fbpx

Riabilitazione ortopedica

 

CHE COS’ È LA RIABILITAZIONE ORTOPEDICA?

La riabilitazione ortopedica è una branca della medicina che si occupa del recupero funzionale dopo patologia ortopedica.

Essa si avvale di strumenti quali:

  • la fisioterapia muscolo-scheletrica (esercizio terapeutico -link-, terapia manuale – link-, terapie strumentali -link-, etc.);
  • la terapia infiltrativa – link a ortopedia e terapia infiltrativa -;
  • l’utilizzo di ortesi (tutori, plantari, splint etc.), ausili (ad es. stampelle ascellari o canadesi, carrozzine, etc.) o bendaggi e fasciature (‘taping’ -link-);
  • la terapia farmacologica e l’integrazione alimentare.

L’obiettivo è il ripristino:

  • delle strutture lese (ossa, legamenti, muscoli, articolazioni, face e altri tessuti connettivi, tendini, cute, etc.);
  • delle corrette funzioni (eliminazione del dolore, recupero della funzione motoria, etc.).

Tutto questo per poter svolgere autonomamente e senza dolore o difficoltà le attività della propria vita quotidiana ed, in ultima analisi, poter tornare alla situazione pre-morbosa, riappropriandosi del proprio ruolo sociale.

 

QUANDO E’ INDICATO UN PERCORSO DI RIABILITAZIONE ORTOPEDICA?

E’ indicato valutare l’opportunità di intraprendere un percorso di riabilitazione in tutti i casi nei quali una patologia ortopedica generi dolore, disabilità o, attraverso esiti quali perdita di mobilità, forza, propriocezione, impairment a carico di strutture anatomiche etc., possa generarli in futuro.

Un fisioterapista specializzato si occuperà di pianificare e mettere in atto l’intervento riabilitativo.

Quest’ultimo può concretizzarsi semplicemente in una consulenza con la funzione di indicare al Paziente i comportamenti, le posture, gli sport, le attività, etc. da promuovere od evitare, o può consistere in un ciclo di sedute riabilitative.

Prima di pianificare un qualsiasi intervento, però, è fondamentale una valutazione accurata di tutte le problematiche presenti a livello delle varie strutture e funzioni dell’apparato muscolo-scheletrico e del sistema nervoso periferico.

Essenziale è anche la collaborazione tra tutte le figure sanitarie coinvolte, in primis tra fisioterapista, ortopedico, medico di medicina generale e fisiatra.

Alcuni esempi di patologie che possono beneficiare di un programma di riabilitazione ortopedica sono:

  • patologie traumatiche (trattate con intervento chirurgico o con semplice riduzione ed immobilizzazione mediante gesso o tutore);
  • patologie degenerative (come artrosi, tendinopatie ed osteoporosi);
  • patologie infiammatorie (come tenosinoviti, versamenti articolari, borsiti, artriti, etc.);
  • patologie o dismorfismi a carico della colonna vertebrale (ad es. scoliosi, dorso curvo, radicolopatie, da ernia discale stenosi lombare o cervicale, spondilolistesi, etc.);
  • quadri aspecifici quali lombalgie (mal di schiena), dorsalgie o cervicalgie.

 

Puoi trovare maggiori informazioni circa l’indicazione della riabilitazione ortopedica e delle altre terapie nella scheda della patologia di tuo interesse.

SCRIVI PER INFORMAZIONI O PER PRENOTARE UNA CONSULENZA

Nome e Cognome (richiesto)

Numero di telefono (richiesto)

Indirizzo Email (richiesto)

Dov'è il tuo problema?

Descrivi il tuo problema o la tua richiesta