fbpx

Terapia manuale

CHE COS’E’ LA TERAPA MANUALE?

Ad oggi con il termine “terapia manuale” si indica l’insieme di tutte quelle tecniche terapeutiche eseguite mediante l’uso delle mani dell’operatore.

Alcuni esempi di tecniche di terapia manuale sono:

  • la manipolazione vertebrale,
  • la manipolazione fasciale,
  • la digitopressione (ad es. a livello dei trigger points),
  • le tecniche mio-fasciali,
  • il massaggio trasverso profondo,
  • la trazione,
  • le mobilizzazioni articolari,
  • il linfodrenaggio,
  • le mobilizzazioni con movimento,
  • etc.

La scelta della tecnica più indicata per un paziente dev’essere fatta sulla base delle migliori evidenze scientifiche, delle preferenze del Paziente, del contesto socio-assistenziale e dell’esperienza del fisioterapista.

Oggi esistono percorsi universitari di specializzazione in terapia manuale e più in generale in fisioterapia muscolo-scheletrica in ottica ‘evidence based’, ottica scientifica, o in alternativa esistono scuole private che trattano di singole metodiche, ad es. scuola di ostepatia, accademie di chiropratica, corsi di posturologia ect.

 

QUANDO E’ INDICATA LA TERAPIA MANUALE?

La terapia manuale, a seconda della tecnica utilizzata, può avere effetti quali: la riduzione del dolore, il recupero dell’arco di movimento, il rimodellamento o la  desensibilizzazione di un tessuto, la corretta guarigione dopo una lesione, etc.  I meccanismi d’azione, quindi, si possono classificare come biomeccanici o neuro-fisiologici.

E’ necessario infine precisare che, solitamente, è indicato affiancare alla terapia manuale stimoli che determino cambiamenti più duraturi nel tempo, ad es. attraverso l’esercizio terapeutico, gli interventi ergonomici, etc.

Puoi trovare maggiori informazioni circa l’indicazione della terapia manuale o delle altre terapie più idonee al quadro patologico di tuo interesse, nella scheda della specifica patologia.

 

CENNI STORICI

Sebbene oggi esistano percorsi universitari di specializzazione che formano i fisioterapisti, alcune rudimentali forme di terapia manuale esistevano già in India (3.000 a.C.). Ippocrate, Galeno ed Avicenna scrivono tutti di tecniche quali trazioni e manipolazioni (in inglese ‘Thrust’).

Nel 1874, negli Stati Uniti, nasce l’osteopatia, la più antica scuola strutturata di terapia manuale. Di lì a poco nascerà anche la chiropratica e, in Europa, la medicina manuale di Maigne.

Dagli anni ’50, in ambito fisioterapico, c’è un fiorire di nuove scuole di terapia manuale, che iniziano a svilupparsi a Londra per poi toccare Australia, Nuova Zelanda, Norvegia, Cile etc. e che prendono il nome dei loro fondatori: Cyriax, Kaltenborn, Maitland, Paris, Grieve, McKanzie, Mulligan etc.

Nel 1978 l’Organizzazione Mondiale della Sanità – OMS – riconosce ufficialmente il gruppo di fisioterapisti specializzati in terapia manuale.

Oggi, la terapia manuale fa parte di un settore di specializzazione più ampio denominato fisioterapia muscolo-scheletrica.

SCRIVI PER INFORMAZIONI O PER PRENOTARE UNA CONSULENZA

Nome e Cognome (richiesto)

Numero di telefono (richiesto)

Indirizzo Email (richiesto)

Dov'è il tuo problema?

Descrivi il tuo problema o la tua richiesta